Guida per giocare in borsa

giocare in borsa

Giocare in borsa è diventata una delle principali passioni degli italiani. Sarà perchè il lavoro scarseggia, ma tutti quelli che vogliono arrivare al successo pensano che la strada più veloce sia quella dell’investire in borsa. Attenzione però, vogliamo mettervi in guardia che non è tutto oro quello che luccica. Ma andiamo ad approfondire il discorso in questa breve guida online.

Giocare in borsa: cos’è il risk management

Uno dei principali traguardi raggiunti dal trading online è stata la diversificazione della sua utenza tipo, che spazia ormai dai trader più navigati agli avventori dell’ultim’ora. La semplicità di utilizzo del tutto, poi, consente di giocare in borsa in modo professionale e di pianificare un numero pressoché sconfinato di strategie finanziarie, le quali ampliano le possibilità di vincita finale accrescendo, di conseguenza, la propria fiducia affinché tutto possa andare per il meglio. Ad ogni modo, per giungere al tanto sospirato obiettivo finale, occorre presentarsi con un nutrito background conoscitivo, altrimenti il rischio di andare incontro a delle sonore batoste può diventare, a poco a poco, un serio pericolo operativo.

Il possesso di determinate conoscenze teoriche pratiche, poi, deve andare di pari passo con un’attenta stima delle percentuali di rischio, raccordo fondamentale tra l’investimento e il moltiplicamento degli eventuali guadagni finali. Il risk management, quindi, è un iter di identificazione, analisi, valutazione e gestione delle esposizioni a delle perdite da abbinare al controllo delle proprie risorse finanziarie tese a minimizzare ogni possibile falla economica. I rischi a cui si può andare incontro possono essere di varia natura (operativi, strategici, finanziari, politico-ambientali), e per quanto possano essere imponderabili, essi devono rientrare, in un modo o nell’altro, in un’ottica di prevedibilità certa.

Con il risk management (indispensabile quando si decide di giocare in borsa), si rendono le perdite maggiormente prevedibili affinché la propria gestione del tutto si incanali verso i risultati sperati. I passi fondamentali per un corretto risk management sono: affiancare l’analisi tecnica con un’analisi fondamentale e calcolare i possibili imprevisti che possono far volgere gli eventi a nostro sfavore; evitare di investire nel trading online le risorse destinate ai propri bisogni primari; individuare il giusto obiettivo della nostra operazione, un presupposto che appare scontato a che, il più delle volte, viene ampiamente sottovalutato. Seguendo queste linee guida si potrà ottenere un controllo del rischio semplicemente infallibile.

Per cercare di sentirsi ancora di più al sicuro quando si gioca in borsa, si può contare sull’appoggio fornito dai broker online, vere e proprie piattaforme di intermediazione finanziaria specializzate nella trattazione degli strumenti di trading online e nella proposizione di vantaggi e servizi commerciali molto efficaci. Un viatico pratico e conveniente per cautelarsi e investire senza problemi.

Giocare in borsa sull’oro

La rinascita dell’oro tra Cina e India. Le peculiarità del trading online compongono un profilo finanziario altamente funzionale in grado di adeguarsi ai gusti e alle esigenze della sua clientela di riferimento. Gran parte del merito va attribuito soprattutto alla versatilità delle sue transazioni, un microcosmo ricco e variegato in cui è possibile investire su qualsivoglia asset merceologico mondiale. Oltre a poter assicurare un’ampia gamma di scelte in tal senso, il trading online riesce, quindi, a garantire anche un approfondimento dettagliato su tutto ciò che ruoto attorno alla finanza globale enfatizzando quelli che sono gli aspetti peculiari di un titolo azionario o di una materia prima.

Sulla scorta di questo ragionamento, occorre soffermarsi sulla recente rinascita dell’oro, un metallo prezioso che, nel corso della storia, ha fatto le fortune di regnanti, imperi e cordate finanziarie transoceaniche. Se vuoi giocare in borsa non puoi non seguire l’oro. Si sa che le dinamiche che regolano l’andamento dell’oro non seguono pedissequamente le regole canoniche di domanda e offerta per via di una serie di componenti finanziarie ed extra-finanziarie a dir poco singolari; tuttavia, l’allentamento monetario degli ultimi tempi ha ulteriormente incentivato la rinascita dell’oro favorendone l’affermazione in determinati contesti internazionali. Una situazione alquanto interessante che potrebbe scatenare, da un momento all’altro, un prodigioso effetto domino.

Fra le nazioni coinvolte da questa nuova “febbre dell’oro” c’è la Cina che, grazie alla borsa di Pechino e a un livello di importazione pari al 25% della produzione mondiale, riesce ad impostare i prezzi di domanda e offerta su scala globale, indicatori estremamente essenziali per giostrare le proprie transazioni legate al trading online. Non manca all’appello l’India, un paese che  vede nell’oro anche un potente elemento religioso con il quale decorare i templi e dotare le spose per il corredo nuziale: tradizione vuole, infatti, che ogni donna porti con sé almeno 200 grammi del prezioso metallo, identificando la stagione dei matrimoni come un periodo particolarmente vantaggioso per proiezioni di mercato di breve e lungo periodo.

Se si decide di investire in borsa in modo professionale puntare su altre materie prime, o su titoli azionari decisamente redditizi, si può sempre chiedere aiuto ai broker online, vere e proprie piattaforme di intermediazione finanziaria specializzate nel proporre vantaggi e bonus promozionali mai visti prima d’ora.

Stress e infertilità un binomio che incide sulla fertilità

infertilità

Chi vuole un figlio attende il periodo fertile per cercare di avere maggiori possibilità di concepire quel sogno tanto atteso.

Spesso però vi sono alcuni fattori che contrastano con la fertilità, in particolar modo quella femminile, tra queste abbiamo lo stress, un fattore importantissimo, analizzato dalla Eshre la Società Europea di Riproduzione ed Embriologia.

Uno studio ha infatti collegato l’infertilità a diversi fattori dovuti allo stress, pubblicando i risultati sulla rivista Human Reproduction, dai risultati emerge la correlazione tra stress ed infertilità femminile, sarebbero un binomio negativo.

I test sono stati effettuati su 501 coppie studiate durante il periodo del concepimento, si è potuto così osservare come le coppie, che riescono ad aggirare i problemi di stress, abbiano un notevole vantaggio rispetto alle altre.

Lo stress viene valutato in base ad un ormone, l’alfa-amailasi, che porterebbe dunque ad un fattore di rischio addirittura del 29% rispetto alle coppie che non sono stressate o che quantomeno riescono a non farsi sopraffare dallo stress.

L’ormone alfa-amilasi, legato al sistema nervoso simpatico, crea dunque un binomio con i periodi fertili ed è strettamente legato all’infertilità, provocando quindi un ulteriore calo di possibilità durante l’atto del concepimento.

Le strategie di trading online per principianti

trading

Con il trading online e, nello specifico, con le opzioni binarie è possibile ottenere ottimi guadagni, anche per i trader poco esperti che muovono i primi passi nel settore. Perché ciò avvenga, tuttavia, è necessario servirsi di alcune strategie che permettono di evitare le perdite e aumentare i profitti.

Ottimizzare la propria tecnica di investimento è fondamentale nel trading online qualsiasi sia lo strumento che si andrà ad utilizzare per i propri investimenti. Oggi abbiamo voluto analizzare alcune strategie che risultano essere particolarmente efficaci per il settore delle opzioni binarie. Vediamo insieme di quali si tratta.

Strategie di trading online in opzioni

Parliamo innanzitutto della strategia “media mobile a 50 periodi” che permette di assicurarsi dei guadagni grazie alla media mobile semplice, ovvero un indicatore utilizzato da sempre nel trading online e poi adattato anche al trading in opzioni binarie che prende in esame la media dei prezzi riportata all’attualità. Ancora, vi è la strategia “bande di bollinger + RSI” che, grazie ai due indicatori, sfrutta le fasi estreme del mercato; la strategia “supporti e resistenze”, alla base del trading online, che stabilisce i livelli in cui il prezzo reagirà in soli due modi.

La strategia “long candle” che suggerisce una decisione del mercato molto importante; la strategia di opzioni binarie “60 secondi” che sembra essere tra le più remunerative poiché permetterebbe in soli 60 secondi di guadagnare sino al 75% del capitale investito. Ancora, la strategia “one touch” che ha una scadenza settimanale ed acquistabili nel fine settimana, solo a mercato chiuso, e in cui le percentuali di guadagno che si possono ottenere dalle opzioni binarie vanno dal 200% sino al 550%; la strategia “dati macro economici”, indispensabile per riuscire a capire l’andamento del prezzo; la strategia “trend line di DeMark” che traccia le trend line in maniera obiettiva, con lo scopo di sfruttare i punti di rottura attraverso l’investimento in opzioni binarie.

Altre strategie sono la ”pivot point” che calcola i punti in cui il prezzo potrebbe risalire, trovando aree in cui l’investimento sarà più semplice e infine la strategia “double up” che consente ai trader più coraggiosi di raddoppiare l’investimento iniziale prima della scadenza.

Strategie trading online: conclusioni

A questo proposito non ci resta che sottolineare, ancora una volta, l’importanza della conoscenza. Maggiore sarà la preparazione tecnica del trader, che deve conoscere tutte le principali strategie da applicare al mercato, maggiori saranno le possibilità di avere successo nel mondo del trading online.

Proprio per questo è bene fare qualche sacrificio all’inizio e dedicare tempo alla propria formazione. E tu che percorso hai impostato quando hai cominciato a fare trading online?

Vivere in Inghilterra: Londra e non solo!

Lavoro all'estero per donne

Le persone che desiderano vivere in Inghilterra concentrano le proprie (quasi) esclusive attenzioni su Londra. Ma siamo certi che la capitale inglese sia sempre la destinazione preferenziale?

Naturalmente, la risposta è negativa: Londra non è affatto l’unica scelta di qualità per chi desidera vivere in Inghilterra, seppur – sicuramente – quella maggiormente appetibile per chi non ha dei progetti ben pianificati. Londra è infatti facilmente raggiungibile rispetto ad altri “scali” britannici, ha alcuni degli istituti di formazione migliori d’Europa, è un posto multiculturale e mediamente favorevole all’apertura con l’esterno e, complessivamente, ricco di opportunità professionali.

Di contro, Londra è anche una città particolarmente “cara” rispetto ad altre colleghe del resto del Paese, e non è certamente l’unica meta a disposizione di coloro che desiderano studiare o vivere in Inghilterra in un luogo dove poter realizzare i propri sogni. Dal Sud dell’Inghilterra al Nord, sono centinaia le località che possono proporre discrete occasioni agli italiani che desiderano vivere in tal “mercato”: in particolare, le contee settentrionali sono la principale alternativa a Londra, poichè estremamente importanti dal punto i vista lavorativo e culturale: da Oxford a Cambridge, passando per Northampton e Norfolk, un breve approfondimento su tali zone vi permetterà di entrare in contatto con un numero di opportunità ben superiore a quanto possiate lontanamente immaginare.

Infine, un ultimo aspetto non sottovalutabile: rispetto a Londra, esistono numerose altre aree d’Inghilterra che non sono “inflazionate” di italiani, e dove pertanto gli italiani potrebbero trovare con maggiore facilità delle occasioni professionali.

Detto ciò, non vi rimane che avviare il vostro viaggio alla scoperta delle migliori occasioni professionali in Inghilterra. Siamo certi che a margine di una breve indagine sul mercato del lavoro e dello studio inglese, riuscirete a tracciare una concreta mappa di quelle che possono essere le migliori occasioni per tutte le persone che desiderano varcare la Manica e cercare fortuna. Good luck!

Miglior monitor per giocare

Samsung U28D590

Siete dei fan accaniti del gaming ad alto livello? Non tutti gli appassionati di videogiochi usano le console, molti non rinunciano al vecchio e fidato personal computer per giocare con i propri titoli preferiti. Questo spesso significa dover scegliere l’hardware del proprio sistema in modo più che mirato. Ovvero senza andare al risparmio e soprattutto evitando i fastidiosi e controproducenti colli di bottiglia. Ma se c’è una cosa che con i giochi moderni è ormai imprescindibile quella è un monitor all’altezza del compito.


Molti infatti vanno a comprare il meglio delle
schede grafiche o dei processori presenti sul mercato, ma poi non mettono molto impegno nella ricerca del monitor adatto, proprio per questo siamo andati a cercare fra i migliori monitor 4K in commercio e abbiamo scelto quello che potrebbe essere il miglior acquisto da fare per la vostra postazione da gioco.

Abbiamo confrontato le offerte di alcuni dei marchi più famosi non che le caratteristiche di ogni prodotto e siamo arrivati alla conclusione che se volete un monitor dalle prestazioni adatte al videogiocatore più incallito questo è il Samsung U28D590, che seppur di poco vince sull’altro grande nome di questa categoria, l’Asus PB287Q. Ma andiamo a descrivere il motivo di questa scelta.

Intanto qual è il fattore che ci ha fatto propendere su questi due modelli? Entrambi sono monitor 4K, ovvero hanno una risoluzione sei volte maggiore di quella di un monitor Full HD, ben 4096 x 3112 pixel, il così detto Ultra HD. Ma a parte questo il fattore che li mette in vantaggio su qualunque altro è il tempo di risposta pari ad 1 ms, il minimo che potete trovare ad oggi sul mercato. Con questo tempo di risposta non perderete un singolo frame di ogni gioco, in particolare quei giochi d’azioni con sequenze rapide e veloci non appariranno scattanti o con effetti strani, roba che capita su monitor con ritardi dell’immagine e non adatti al gaming professionale. Ma perché abbiamo preferito il Samsung all’Asus?

Sono entrambi ottimi prodotti, entrambi 28 pollici ed entrambi con uno schermo LCD, ma il Samsung ha un piccolo vantaggio che potrebbe non essere poco per chi cerca la soluzione migliore per la propria postazione da gioco. Quale? Il prezzo. Allo stato attuale infatti il Samsung ha un costo di circa 80-90€ in meno dell’Asus, che dato il costo non indifferente dell’hardware per un pc per giocare, sono comunque una cifra discreta da risparmiare.

Expo 2015, finalmente svelati i numeri sugli ingressi

Expo 2015

In un paese fortemente in crisi, sia in termini di identità nazionale che di processi economici, ogni occasione di visibilità positiva, porta sicuramente l’Italia, almeno da un punto di vista psicologico fuori dalla crisi, l’Expo è sicuramente una buona occasione di rilancio e di visibilità del nostro paese.

Un evento molto importante, oltre ad essere una vetrina su un mondo, quello delle aziende che consente al nostro paese un piccolo rilancio, un periodo complesso e difficile che necessita decisamente di un rilancio, non solo in termini economici ma anche di immagine.

Un discorso a parte deve essere fatto sui numeri che ruotano attorno all’Expo, fino a questo momento non si era in grado di dare dei numeri specifici, tutti si attendono molto da questa importante manifestazione, durante tutto il suo svolgimento, si pensa a un totale di visitatori che dovrebbe sfiorare i venti milioni.

Il mese di maggio è terminato e finalmente è possibile dare delle statistiche in tal senso, durante questo mese appena terminato un totale di 2 milioni e 700.000 visitatori si è recato all’Expo, cerchiamo di capire in questa numerica complessiva quali sono le fasce e le persone che si sono recate in fiera. Certo di questo ne sanno qualcosa i Milanesi: infatti dall’inizio di maggio, in alcune zone, non si riesce proprio a circolare in auto a Milano.

All’incirca 350.000 visitatori sono in realtà scolaresche, questo grazie a una politica intelligente e competitiva sui prezzi, si parla infatti per gruppi di ragazzi e bambini delle scuole e degli oratori, si parla di un biglietto che costa 10 euro ed è gratuito per gli accompagnatori.

Numeri simili si immaginano anche per gli ingressi serali, infatti per tutti quelli che arrivano dopo le 19 il costo del biglietto è pari a 5 euro, questa politica commerciale aggressiva e intelligente ha fatto diventare Expo 2015 un avvenimento serale.

Infatti si è deciso e non senza polemiche, di portare la chiusura del sito durante le ore serali che comprendono il sabato e la domenica alle 24, il commissario Sala parla di numeri positivi, si può sicuramente sperare che il numero totale dei visitatori arrivi ai 20 milioni previsti.

Abbiamo davanti tutta l’estate, lo stesso premier Matteo Renzi parla dell’Expo come di un evento molto importante, sicuramente uno dei più importanti, potrebbe sicuramente rilanciare l’immagine italiana nel mondo.

Expo 2015 non ha messo solo in moto una macchina organizzativa non indifferente, si è creato anche una sorta di indotto legato alle transazioni finanziarie, nel mese di maggio, la grossa affluenza anche di visitatori stranieri, ha dato uno stimolo nell’ambito degli acquisti.

Si sono registrate un numero di transazioni maggiori rispetto al passato, merito sicuramente del grande afflusso di stranieri che si è recato nel capoluogo lombardo, non solo per visitare i padiglioni dell’Expo, si è magari anche recato in centro per fare acquisti.

I risultati del primo mese di Expo sono molto soddisfacenti, i numeri sono positivi, queste le parole del commissario Sala, insomma sembrano esserci tutti i segnali positivi per parlare di un successo italiano.

Ora arriva l’estate e ci si aspetta sicuramente un flusso di visitatori notevole, lo potremo vedere nei prossimi mesi. Se anche voi siete fra le persone interessate a passare qualche giorno a Milano per godervi L’Expo e Milano con tutta tranquillità potreste utilizzare il sito di annunci Bakeca.it per affittare un appartamento o un monolocale a Milano.

Il Governo si confronta con il nodo delle pensioni

Renzi-governo

Uno degli argomenti caldi che il Governo Renzi sta affrontando in queste giornate è il nodo pensioni. C’è da risolvere il problema della mancata indicizzazione delle pensioni dopo il Governo Monti.

Questo è stato veicolato dalla sentenza della Consulta che ha bocciato il blocco dell’indicizzazione del Governo Monti che non era né progressivo né temporaneo. Il rimborso per la mancata indicizzazione delle pensioni ci sarà ma per fasce di reddito.

Il decreto sarà lunedì in Consiglio dei ministri e se ne discuterà per una quasi certa approvazione dei mini-rimborsi fino ad arrivare ai tre miliardi di euro totali. Il decreto “Salva Italia” per il 2012-2013 prevede che ci dovrebbe essere un recupero della mancata indicizzazione delle pensioni pari a 5-6 volte il minimo cioè circa 2.500-3.000 euro lordi.

Come riportato dal magazine MB News, Il rimborso sarà dunque per fasce di reddito. Si dovrebbe decidere per dare il recupero pieno dell’inflazione fino ai primi 1.500 euro di reddito.

Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, dopo un convegno sul Jobs act :”non c’è nessuna decisione”. Lunedì appuntamento con il Consiglio dei ministri dove si deciderà.

Il sottosegretario all’Economia, Enrico Zanetti pensa che la soluzione sia un provvedimento a fasi diverse. “Meglio prendersi più tempo – ha detto – per costruire una gradualità dei rimborsi, che tenga conto non solo dell’assegno ma anche dei contributi versati. La sintesi finale – ha precisato – compete a Renzi e Padoan, ma questa soluzione riscuote ampi consensi”.

Infine oggi Matteo Renzi, ospite nella trasmissione pomeridiana L’Arena condotta da Massimo Giletti, ha annunciato che per il primo agosto saranno dati 500 euro a quattro milioni di pensionati. «Nessun pensionato perderà un centesimo. Noi scriveremo una nuova norma rispetto al blocco dell’indicizzazione che restituirà in tasca a 4 milioni di italiani il 1° agosto 500 euro a testa».

Come fare trading binario

trading binario

Il trading in opzioni binarie è uno degli strumenti finanziari più interessanti che ci siano per via degli altissimi rendimenti che si possono ottenere. Ovviamente si tratta di una tipologia di trading che offre alti margini ma, di conseguenza, comporta anche un grande rischio per il proprio capitale.

Non a caso il compito del trader è proprio quello di ridurre questo rischio proteggendo il capitale operando sempre con la massima cautela. Al di la di quanto possano pensare molti ragazzi il trading binario è tutt’altro che un gioco. Per poter investire al meglio in questo settore, infatti, è molto importante conoscere a fondo l’analisi tecnica per poter individuare dei trend di mercato e agire di conseguenza.

Sul web esistono moltissime informazioni dedicate all’argomento tra cui questa ottima guida al trading binario di cui vi riportiamo, qui di seguito, un breve riassunto.

Trading binario per principianti

Per prima cosa vediamo come si dovrebbero approcciare dei principianti al trading in opzioni binarie. Come abbiamo detto si tratta di uno strumento di investimento piuttosto complesso e, proprio per questo, deve essere approcciato nel modo corretto.

Tra i primi aspetti da prendere in considerazione spicca quello relativo alla preparazione di base. Il consiglio è quello di studiare velocemente l’analisi fondamentale, per poi approfondire in maniera molto più seria l’analisi tecnica che nel trading binario gioca un ruolo chiave. Ovviamente bisogna anche sapere come funziona una piattaforma di trading e come fare per ottimizzarne le prestazioni.

Trading binario broker

La scelta del broker svolge anch’essa un ruolo determinante e per questo non può essere un passaggio fatto con fretta o superficialità. Per prima cosa è fondamentale scegliere solo broker regolamentati da un organo di vigilanza.

Altri aspetti da considerare in un broker per il trading binario sono:

  • bonus di benvenuto: è un bonus che viene dato ai nuovi clienti e può arrivare anche fino al 100% del valore del primo versamento.
  • assistenza: l’assistenza al cliente deve essere sempre puntuale, precisa e in lingua italiana.
  • asset a disposizione: con i broker di alto livello come, ad esempio, OptionTime si hanno anche oltre 180 asset tra cui scegliere per investire.

Trading binario consigli

Infine qualche consiglio che ci sentiamo di darti per ottimizzare al meglio i tuoi investimenti in opzioni binarie. Per prima cosa cerca sempre di non farti prendere la mano e investi solo quando sei sicuro di quello che stai facendo. Questo aspetto può sembrare banale eppure molti trader si fanno prendere dalla voglia di investire a tutti i costi.

Un altro aspetto da prendere in considerazione è quello relativo alla formazione: ricorda che un bravo trader che si occupa di trading binario non smette mai di studiare, nemmeno quando arrivano i primi successi.

Chat gratis online: Ecco dove è possibile!

chattare

Sempre più gente usa svariati metodi tecnologici per instaurare rapporti di qualsiasi genere, Messaggistica Immediata, Talk, Social Network , applicazioni di Dating e altro, uno dei metodi più usati al momento è sicuramente la chat, che ti permette di chattare in tempo reale senza perdita di tempo. La Chat gratis del nostro sito è una web chat che si colloca fra le migliori chat della rete italiana con diverse tipologie di stanze.

Chat Single: Che riunisce spensieratezza ed allegria fra centinaia di Single di tutte le eta e prevenienti da tutta Italia in cerca della propria anima gemella.

Chat Over 40: Una chat pensata appositamente per le persone più mature, con argomenti più seri e importanti e perché no anche in cerca di una relazione seria e stabile nel tempo.

Chat Senza Registrazione: Per tutti quelli che amano chattare velocemente magari fra una pausa caffè ed un altra senza bisogno di compilare fastidiosissimi campi per poter entrare in chat. Qui basta inserire il proprio nickname di fantasia ed il gioco è fatto.

Chat Sport: Per gli irriducibili sportivi che non riescono a fare a meno di parlare delle ultime notizie sportive e confrontarsi fra loro, un piccolo “bar” in rete, dove svagarsi senza pero cadere nella maleducazione.

Chatt-gratis.it oltre a chattare mette a disposizione tanti altri servizi, tra cui moltissimi giochi per poter passare momenti di totale allegria fra i chatters, inoltre potrai consultare l’oroscopo, il meteo della tua città e fare l’affinità di coppia con il tuo nickname preferito, come vedi la chat oggi non è solo chiacchiere come una volta, ma offre tantissimi altri divertimenti per poter passare tranquillamente qualche ora con i tuoi amici

Cosa aspetti, oggi chattare è più semplice di quel che pensi, Chatta con noi ti aspettiamo nel nostro canale, siamo più di 200 utenti pronti a fare amicizia con gente nuova.

Prestiti per pensionati: la guida completa

prestiti

Il settore dei prestiti per i pensionati è davvero molto importante. Chi ha una pensione di anzianità, infatti, può accedere velocemente e a condizioni particolarmente vantaggiose ad un finanziamento ottenendo, in poco tempo, la liquidità di cui si ha bisogno per far fronte alle proprie necessità.

Questo, ovviamente, è molto importante perchè da modo anche a chi non è più in età lavorativa, di poter accedere al credito per portare avanti un proprio progetto personale, che possa essere la ristrutturazione della casa, l’acquisto di un’auto o qualsiasi altra cosa si voglia acquistare.

Cerchiamo di capire come funzionano questi prodotti bancari grazie agli esperti di http://www.prestitiperpensionatiok.it/ , la guida di riferimento del settore.

Come funzionano i prestiti per pensionati

Questi finanziamenti vengono erogati grazie alla pensione, ossia uno dei redditi considerati più sicuri in assoluto dagli istituti di credito, in quanto viene pagato direttamente dall’Inps, ossia dallo Stato Italiano.

Per poter accedere al credito con questo prodotto è molto importante presentare alla banca o alla finanziaria in cui si vuole fare richiesta il proprio cedolino della pensione così da consentire all’istituto di credito di procedere ad una veloce verifica.

Una delle caratteristiche di questi prestiti, infatti, è proprio quella di essere di veloce erogazione in quanto non sono necessarie troppe verifiche. Anche per quanto riguarda il tasso di interesse ci sono buone notizie, essendo quelli per pensionati, finanziamenti che vengono erogati con tassi tra i più bassi in assoluto.

Tutte le principali banche mettono a disposizione dei propri clienti una gamma di finanziamenti dedicati a chi gode di pensione Inps (o pagata da un altro ente previdenziale). Il nostro consiglio è quello di farsi fare qualche preventivo direttamente online dove, spesso, si riescono ad ottenere condizioni migliori.

Documenti per richiedere un prestito per pensionati

Questi finanziamenti non necessitano di una documentazione particolarmente elaborata. Oltre ai classici documenti necessari per dimostrare la propria identità (carta d’identità, patente di guida o passaporto) sono necessari il codice fiscale, il cedolino della pensione rilasciato dall’Inps.

In alcuni casi l’istituto di credito può richiedere, a sua discrezione, un estratto conto del proprio conto corrente bancario o, in alternativa, di quello postale. In linea di massima gli unici documenti di cui si dovrebbe aver bisogno sono questi.

Prestiti per pensionati con segnalazioni in crif

Cosa succede se un pensionato è stato segnalato come cattivo pagatore presso la centrale rischi? Nessun problema, perchè esistono le cessioni del quinto anche per i pensionati. Come avviene per le cessioni del quinto dello stipendio anche nel caso dei pensionati a pagare sarà direttamente il datore di lavoro, ossia l’Inps.

Per questo le banche non hanno alcun problema ad erogare un prestito per pensionati anche nel caso di segnalazione in crif o di protesto.